L'amore viene dell'arcobaleno: dal suo stile e della sua arte.

Dal modo in cui incominciano a intervenire il punto nel suo colore e il contrappunto nella sua variazione.


Distogliere l' Arcobaleno dalla parola serve a dare la morte al Sembiante, a localizzare il Corpo e la Scena, a fare del Corpo il luogo della mortalità e del sacrificio, e della Scena il luogo del maleficio e della corruzione.